Città di TERNI
LANGUAGE
Outdoor
outdoor
San Valentino
san valentino
Cascata delle Marmore
cascata delle marmore
La città vecchia
la città vecchia
 
  Itinerari tematici
  La via di Francesco
  Il cammino dei protomartiri
  Trekking
  Il lago di Piediluco
  L’enoturismo
  Volare
  Meeting e congressi
  Movida
  Infopoint
  Guida all'ospitalità 2016
  Itinerari Giubilari
  I Plenaristi
Itinerari Giubilari

Principali  Chiese  e Santuari da visitare

Cattedrale di Santa Maria Assunta (Duomo di Terni)

Nell’ area dove è ubicato il Duomo di Terni, a partire dal VI sec vi sono stati edificati luoghi sacri. Uno di questi può identificarsi con la cripta-risalente al X sec- e che secondo alcuni studiosi fu l’antica chiesa di Santa Maria Interamnes. Qui vi è conservata la tomba di San’Anastasio, vescovo della città di Terni nel VII sec.
La Cattedrale,così come la conosciamo oggi ha subito diversi ampliamenti e rimaneggiamenti, a partire dalla struttura originaria in stile romanico, di cui rimane il portale centrale decorato con racemi. Nel sec XVII la chiesa venne ricostruita quasi completamente e poi ristrutturata nella prima parte del XVIII sec poiché era danneggiata dal terremoto del 1703. Il campanile fu aggiunto nel 1738.
L’impianto architettonico dell’interno è quello seicentesco. Diviso in tre navate, nella 3^ cappella di quella sinistra, si può ammirare la Madonna della Misericordia opera del seicento, attribuita a Carlo Maratta. Secondo la tradizione, questa Madonna ha mosso gli occhi in più di un’occasione davanti a numerosi fedeli raccolti in preghiera. Ancora oggi, la Cattedrale mantiene vivo il culto della Madonna della Misericordia.
Nel tabernacolo del Presbiterio è custodita la Reliquia del Preziosissimo Sangue donata dal cardinale Rapaccioli alla Cattedrale nel 1650.  Nel 1657, quando a Terni si stava diffondendo l’epidemia di peste, il vescovo Sebastiano Gentili diede vita a una processione per le vie cittadine, che si concluse con l’invocazione(dalla cima di Torre Barbarasa) della protezione divina da parte del prelato mentre teneva in mano la reliquia.
Di rilevante interesse artistico è l’Organo realizzato nel 1657 su disegno, come attestano alcuni documenti dell’archivio comunale di Terni, del Bernini.

Informazioni utili

Indirizzo: Piazza Duomo- Terni
Telefono: 0744 404665
Referente: Don Carlo e Don Gianni
Apertura: mattina 7.45/12.00;
pomeriggio estate 16.30/19.00
inverno15.30/19.30

Visite: mattina: dopo le 9.15
pomeriggio: estate fino alle 18.00
inverno fino alle17.00

 

Chiesa di San Francesco

La chiesa ( eretta nell’area circostante l’oratorio di San Cassiano, dove sostò Francesco nel 1213) venne costruita nella seconda metà del XIII sec prendendo a modello gli edifici religiosi francescani ispirati alla Basilica di San Francesco ad Assisi. All’originaria navata vennero aggiunte le due laterali nel XV sec. All’inizio del XX sec, dopo diversi lavori di restauro, divenne monumento nazionale e oggi è santuario a pieno titolo inserito nell’itinerario francescano . Caratteristici dell’esterno dell’edificio sono la sua struttura a capanna con timpano e l’impiego di pietra sponga.
Interno: l’originaria navata centrale è sormontata da volte a crociera; a destra del presbiterio si apre la Cappella Paradisi commissionata da Monaldo Paradisi. Lo splendido ciclo di affreschi con cui è stata decorata alla metà del XV sec da Bartolomeo di Tommaso riproduce scene del “Giudizio Universale” ispirati all’iconografia medievale.

Informazioni utili

Indirizzo: Piazza San Francesco-Terni
Telefono: 0744 425753 0744 430275
Referente: Don Guido
Apertura: 7.30/12.00; 16.30/20.00
Visite: 9.30/12.00; 14.30/18.00


Chiesa di San Cristoforo

Anche questo edificio religioso romanico è legato alla presenza di S.Francesco a Terni. Per la sua realizzazione sono stati utilizzati materiali di edifici di epoca romana, ben visibili nella struttura muraria. L’interno, a una navata, possiede affreschi frammentari di Santi dipinti nei secoli XIV e XV. All’esterno della chiesa si trova il “Pietrone”, la pietra sui cui, secondo la tradizione, predicò San Francesco. Sopra di essa è stata collocata la statua del Santo di Assisi.

Informazioni utili

Indirizzo: Via Angeloni,24-Terni
Telefono: 0744 432505
Referente: Don Franco
Apertura: feriali 8/12.30; 16.00/19.30
festivi 9/13.30; 16.30/21.00
Visite: fuori orario messe( messe: feriali 9.30 e 18.00; festivi 11.00 e 12.30; 18.00 e19.30)

 

Chiesa di Sant'Alò

All’ interno di questo edificio religioso si accede attraverso una scalinata, a cui lati sono posti due leoni in marmo di epoca romana, costruita lungo il fianco destro. Infatti la facciata originaria della chiesa, risalente all’XI sec., divenne parte dell’edificio trecentesco adiacente. Oltre ai leoni, la chiesa presenta atri materiali di spoglio, come le colonne e i pilastri dell’interno -che lo dividono in tre navate- e i fregi alto-medievali. L’interno è decorato da molti affreschi, purtroppo non ben conservati, dipinti prevalentemente nel XV sec. Si tratta di raffigurazioni di Santi tra cui San Sebastiano, che secondo le credenze dell’epoca proteggeva la città dalla peste. Del XII sec è invece la Crocifissione con cui è affrescata la parete d’ingresso.
Nel corso dei secoli, questo edificio sacro appartenne inizialmente all’ordine degli agostiniani, successivamente ai francescani e infine ai Cavalieri di Malta. Per un lungo periodo fu sconsacrata riconsacrata nel 1960 e da diversi anni la comunità romena umbra vi celebra il rito religioso della chiesa ortodossa nella propria lingua.

Informazioni utili

Indirizzo: Via Sant’Alò-Terni
Referente: Don Vasile
Apertura e Visite: Contattare Don Vasile 320 2528895


Basilica di San Valentino

In questa chiesa è custodita l’urna con le spoglie di San Valentino, patrono della città di Terni e protettore degli innamorati di tutto il mondo.
L’edificio originario(probabilmente del VI sec) fu costruito probabilmente utilizzando parti dell’oratorio dedicato al Santo. Venne riedificato e poi profondamente ristrutturato rispettivamente nei secoli XVI e XVII.
L’interno è ricco di opere secentesche, tra cui diverse di Lucas de La Haye come “ san Valentino invoca la protezione della Madonna su Terni”; “ Martirio di San Valentino” ; nella Cappella di San Michele è il dipinto “San Michele Archangelo” del Cavalier d’Arpino.
Sotto l’altare maggiore è esposta l’urna con le spoglie di San Valentino. Consacrato Vescovo di Terni nel 197 , il 14 febbraio del 273 venne martirizzato per decapitazione con l’accusa di aver convertito molti giovani al cristianesimo. L’esecuzione della condanna a morte, emessa dal prefetto di Roma, avvenne non lontano da questa città, lungo la via consolare Flaminia.
La tradizione ci dice che il corpo del Santo venne trasferito a Terni da Procolo, Efebo e Apollonio (successivamente canonizzati) per essere sepolto nel cimitero cristiano che si trovava nell’area dove è ora la Basilica. Alla fine del XVII sec, le spoglie di San Valentino furono riposte in un’urna di bronzo dorato e cristallo, da allora collocata sotto l’altare.
Nella cripta sono invece custoditi i resti dei santi Procolo, Efebo e Apollonio, anch’essi martirizzati e che erano stati convertiti al cristianesimo da San Valentino.

Informazioni utili

Indirizzo: Viale Papa Zaccaria,12 -Terni
Telefono: 0744 274508
Referente: Padre Bose
Apertura: 6.30/12.00; 15.30/19.30
Visite: la mattina; pomeriggio fino alle 16.45 e alle 19.00

 

Chiesa di Santa Maria delle grazie

Il complesso di Santa Maria delle Grazie è costituito dalla chiesa e dal convento, entrambi della seconda metà del XV sec ma ampiamente modificati nei secoli successivi. Antecedentemente, l’area era occupata da un cenobio francescano, e questa presenza è testimoniata anche dagli affreschi delle pareti del chiostro (XV sec) che rappresentano Episodi della vita di San Francesco.
Il portale, preceduto da un portico a quattro arcate, è sormontato da una lunetta che riproduce un affresco di Piermatteo d’Amelia. Fino al XIX sec, la chiesa era abbellita da affreschi di famosi artisti tra cui il Perugino, lo Spagna e l’Alunno. L’interno presenta un’unica navata con volte a crociera e conserva ancora alcuni affreschi dei secoli XVII e XVIII.

Informazioni utili

Indirizzo: Strada delle Grazie,21-Terni
La chiesa non è attualmente visitabile

 

Chiesa di Santa Maria Maggiore (Collegiata) - Collescipoli

L’originario edificio era romanico, quello che vediamo oggi risale invece al XV, con portale realizzato nel 1515 dall’ architetto Rocco da Vicenza. La facciata fu nuovamente modificata nella prima metà del XVIII sec. L’interno è formato da un’unica navata e presenta decorazioni barocche e bei dipinti dei secoli XVI e XVII. Di rilevante valore artistico sono “San Giovanni Battista” attribuita al pittore narnese Vanni e “Madonna del Rosario”( sopra l’altare) del Pomarancio.
La collegiata, inoltre, possiede un pregevole organo costruito nel periodo1667-78 dal maestro fiammingo Hermans, da cui prende il nome.
Ogni anno Collescipoli ospita l’Hermans Festival in cui si suonano organisti di fama internazionale.

Informazioni utili

Indirizzo: Collescipoli (frazione di Terni)
Telefono: 0744 812323
Referente: Don Gabriele
Apertura: solo quando ci sono le messe
Visite: un’ora prima e un’ora dopo le messe e la domenica mattina

 

Chiesa e Convento di San Francesco o Santuario del Beato Antonio Vici - Stroncone

Il complesso testimonia il passaggio e la presenza di San Francesco in questo territorio e venne edificato per sua volontà nel periodo in cui vi si fermava per predicare. Dedicato al francescano, nativo di Stroncone, beato Antonio Vici il santuario ha rilevanza anche per quanto riguarda le opere che in esso sono custodite. Nella chiesa si possono ammirare due bei dipinti- il primo “Madonna in trono con San Francesco” (altare Malvetani)di artista anonimo, è considerato una delle più antiche iconografie del Santo, quindi tra quelle che meglio riproducono la sua fisionomia.
L’altro dipinto è una pregevole opera realizzata nel XIV sec da Tiberio d’Assisi che ritrae una “Madonna col Bambino”. Nella cappella di San Diego è sepolto del beato Antonio Vici.
Il convento possiede un’importante biblioteca in cui si conservano numerosi libri antichi.

Informazioni utili

Indirizzo: via San Francesco, 20-Stroncone
Telefono: 0744 60111
Referente: Padre Giuseppe
Apertura: 7/19.00
Visite: contattare referente
 

Sacro Speco di Sant'Urbano - Narni

E’ uno degli eremi francescani più conosciuti dell’Umbria. San Francesco arrivò, insieme ad alcuni compagni, in questa area remota e circondata da boschi nel 1213. Vi trovò una chiesetta e una fonte d’acqua. Tommaso da Celano nella biografia di Francesco ci racconta il miracolo che qui compì il Santo tramutando l’acqua attinta dal pozzo in vino. In ricordo delle nozze di Cana, lo Speco viene chiamato “La Piccola Cana”.
Nel bosco circostante si apre la grotta nella quale il Poverello d’Assisi si ritirava a pregare(da qui il nome di Speco) e della sua permanenza in questo luogo è testimonianza il semplice letto in cui ha dormito.
L’ambiente naturale in cui è immerso il convento-di impianto romanico, con piccole celle e refettorio di San Bernrdino da Siena- rendono questo luogo particolarmente suggestivo, la cui atmosfera invita al raccoglimento.

Informazioni utili

Indirizzo: Strada di Sant’Urbano (frazione di Narni)
Telefono: 0744 743392
Referente: Padre Massimo
Visite: dalle 8.00 alle 19.00


Diocesi di Terni Narni Amelia
Telefono: 0744 546501 - www.diocesi.terni.it

 





www.marmore.it © sito ufficiale del Turismo della Città di Terni